La voce di Erasmo - Chiara (Almeria), prof. Rosario Sinatra (UNICT)

Mettersi alla prova sempre e mai giudicare un libro, o una città, dalla copertina: queste sono le frasi che più riassumono l'esperienza in Spagna di Chiara, che è stata molto brava nel descrivere con totale positività l'Erasmus come esperienza di vita. Gli ostacoli non mancheranno mai, ma a fare la differenza sarà l'atteggiamento con cui verranno affrontati. Il prof. Sinatra, ha continuato, invece, il discorso sull'Erasmus+ KA 107, mettendo in evidenza il valore aggiunto che può offrire l'esperienza Erasmus in Egitto in quanto luogo di incontro di diverse culture

La voce di Erasmo - Noemi (Salamanca), prof. Gaetano Lalomia (UNICT)

La prima puntata de La voce di Erasmo inizia con un bel ricordo di Salamanca, città in cui Giulia Gr. ha fatto l'Erasmus. Tutta la magia di quei momenti attraverso l'esperienza della sua coinquilina, Noemi. Familiarità: è questa la parola che più spicca tra i suoi ricordi. Ospite anche il prof. Gaetano Lalomia per promuovere il progetto Erasmus+ KA107 - International Credit Mobility (ICM)

La voce di Erasmo - Beatrice (Bucarest), Alberto (AEGEE)

Nell'ultima puntata non poteva mancare un'esperienza alternativa, quella svolta in Romania da Beatrice. Un vero e proprio "non-Erasmus", che comunque le ha fatto rivalutare la sua vita in generale. Infine, Alberto, presidente Aegee Catania, ha raccontato di tutte quelle iniziative che fanno sì che l'esperienza di uno studente Erasmus a Catania diventi indimenticabile

La voce di Erasmo - Claudia (Orléans), Manuel (ESN)

L'Erasmus ha mille sfumature ed è questo quello che attira di più, la sua diversità ma anche il confermare e smentire certi stereotipi. Le avventure di Claudia ad Orléans sono l'esempio di quanto detto, ma soprattutto Manuel, communication manager di ESN Catania, ci ha raccontato quanto può essere interessante scoprire la propria città e vivere un Erasmus alternativo a Catania

La voce di Erasmo - Mariele (Valencia), prof.ssa Longo (UNICT)

"Nonostante tutto" è questa l'espressione che più designa l'esperienza degli studenti Erasmus ai tempi del covid-19. Infatti, nonostante le difficoltà Mariele, studentessa Erasmus a Valencia, è riuscita a comprendere l'essenza dell'Erasmus ed è tornata a casa con un bagaglio culturale e conoscitivo tale da considerarsi pronta a ripetere l'avventura. L'università di Catania, dal canto suo, come ha sostenuto il coordinatore dell'internazionalizzazione, Francesca Longo, ha sviluppato nuove possibilità per agevolare e sostenere gli studenti soprattutto in momenti di emergenza

123456789