Kanapaper: carta e plastica dalla canapa

di Roberto Sammito e Benedetta Intelisano

Studente di Ingegneria industriale e atleta, Giovanni Milazzo è l'ideatore di Kanapaper progetto che mira a produrre materiali polivalenti ed ecologici dagli scarti della fibra di canapa. Leggi e riascolta l'intervista.

Produrre carta, plastica e materiali isolanti dagli scarti della fibra di canapa puntando ad offrire valide alternative ai derivati del petrolio. L'idea è venuta a Giovanni Milazzo studente di Ingegneria industriale che insieme ad Angelo Bellavia, Massimiliano Gaeta e Francesco Missale sta sviluppando il progetto Kanapaper.

Il progetto è stato selezionato da StartUp Academy, il ciclo di seminari dedicati al fare impresa. «Prima dell'inizio di StartUp Academy la mia idea d'impresa era diversa – racconta Milazzo- ma dopo la prima lezione il professore Rosario Faraci ci ha spiegato che avremmo dovuto rispondere ad un bisogno, mi sono accorto che grazie alla canapa avrei potuto progettare tanti materiali e rispondere a tanti bisogni».

Dalla canapa, trattata con collanti e oli naturali, si può ottenere carta di alta qualità, materiali plastici per packaging alimentari o per sostituire le classiche bottiglie in Pet e un materiale isolante alternativo alla vetroresina. «I nostri composti verranno prodotti in Italia abbattendo i costi di trasporto e quindi il prezzo finale, spiega lo studente. «Saranno ecologici e biodegradabili perché derivati da materie prime naturali. Inoltre potranno essere dei validi sostituti ai derivati del petrolio che sono inquinanti e in esaurimento».


Vedi anche

06 maggio 2014
191