"Le voci di Librino", a scuola di radio per dare voce al quartiere

di redazione web

Partiti i laboratori nelle scuole "Musco" e "Pestalozzi", gli studenti realizzeranno il programma settimanale "Radio Lib". Tra le attivitÓ del progetto anche tirocini per minori a rischio, attivitÓ sportive e percorsi di promozione di idee d'impresa


La radio per dare voce a un quartiere intero, una cittÓ nella cittÓ, e ai suoi circa 70 mila abitanti, primi fra tutti i giovani dai 14 ai 35 anni: un insieme di azioni di partecipazione pensato attorno alla radio, che pu˛ diventare luogo di incontro, di scambio di idee e opinioni, di cittadinanza attiva e di promozione della legalitÓ. ╚ quanto si propone il progetto "Le voci di Librino", che ha preso il via in questi giorni a Catania, con l'avvio dei primi laboratori radiofonici con gli studenti in due (Musco e Pestalozzi) delle cinque scuole coinvolte nel progetto: Istituto Angelo Musco, Istituto Dusmet, Istituto Comprensivo Campanella Sturzo, Istituto Brancati e Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi.

LE ATTIVIT PREVISTE. Il progetto "Le voci di Librino" durerÓ due anni e prevede un'insieme di attivitÓ, finalizzate a creare nuove ôcomunitÓ di interesseö tra i potenziali ascoltatori su temi della legalitÓ, della partecipazione, della cooperazione, anche partendo dallo sport e dalla musica: laboratori nelle scuole per produrre il programma radio settimanale "Radio Lib", tirocini rivolti a giovani a rischio, percorsi di promozione e sostengo di idee e attivitÓ imprenditoriali, corsi e tornei sportivi, presentazione di progetti scolastici. Una serie di attivitÓ che nasceranno e saranno "raccontate" in questo progetto di radio di comunitÓ dagli stessi protagonisti, studenti e operatori impegnati sul campo. Nei primi due anni i ragazzi sono accompagnati da esperti, che gradualmente "passeranno loro la palla". La radio darÓ loro voce e spazio, per diventare una nuova e bellissima piazza non solo del quartiere, ma di Catania. Pronta a confrontarsi con altre realtÓ della Sicilia e d'Italia.

  • IL PROGRAMMA "RADIO LIB" PRODOTTO DAI RAGAZZI DELLE SCUOLE. Il progetto prevede l'attivazione di laboratori radiofonici settimanali di tre ore in ognuna nelle cinque scuole coinvolte, rivolti a studenti dai 14 ai 16 anni (circa 200 in totale) per dare spazio al racconto del quartiere, a tematiche inerenti la cittadinanza attiva, la legalitÓ, l'impegno sociale, lo sport, la musica. SarÓ il modo per stimolare la crescita di una cittadinanza proattiva, per "dare voce" a un territorio vasto, popolatissimo e pieno di contraddizioni. L'obiettivo pratico dei laboratori, che prenderanno il via la settimana successiva alla presentazione del progetto e saranno curati da Radio Lab, Ŕ produrre ciascuno una parte di una trasmissione radiofonica settimanale, "Radio Lib", che verrÓ trasmessa - via etere (101,00 FM) e in streaming online - da Radio Lab (www.radiolab.it).
  • TIROCINI IN RADIO PER MINORI A RISCHIO. Il progetto prevede anche di un percorso di formazione della durata di 3 mesi destinato a 10 giovani under 35 segnalati dall'Ufficio Servizio Sociale Minorenni di Catania, individuati nellĺambito di percorsi di reinserimento sociale (50% donne) che verranno formati alle figure professionali tecniche del settore radiofonico. I tirocini saranno curati da Radio Lab ed Elios.
  • PERSONAL WAYS, PERCORSI DI PROMOZIONE DELLE IDEE D'IMPRESA. Curate da The Hub, sono previste le seguenti attivitÓ: un laboratorio di co-progettazione rivolto ad alunni e professori della durata di 18 mesi; una "business clinic" rivolta ai giovani del quartiere dai 15 ai 35 anni finalizzata a far emergere 10 idee imprenditoriali; un'attivitÓ di co-working rivolta a 10 tirocinanti segnalati dall'Ufficio Servizio Sociale Minorenni di Catania, finalizzata a produrre almeno 2 idee d'impresa.
  • LO SPORT PER LA LEGALIT└. Curate da TalitÓ Kum, nell'ambito di "Le voci di Librino" saranno realizzati 2 tornei di calcetto destinati ai giovani del quartiere, un corso di fitbox e uno di calcio per tutto l'anno con due appuntamenti settimanali, anch'essi rivolti ai ragazzi del quartiere. Obiettivo Ŕ l'inclusione sociale. Anche queste attivitÓ saranno poi raccontate via radio dagli studenti delle scuole con il coinvolgimento dei protagonisti.

PROMOTORI E PARTNER. Il progetto Ŕ promosso dall'associazione Catania Lab, editrice di Radio Lab e gestore di Radio Zamm¨, la radio dell'UniversitÓ di Catania, in collaborazione con Elios, Talita Kum, The Hub. Partner esterni del progetto sono i cinque istituti scolastici coinvolti (Istituto Angelo Musco, Istituto Dusmet, Istituto Campanella Sturzo, Istituto Brancati e Istituto Pestalozzi), l'Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni di Catania, il Comune di Catania, la Fondazione Cirino La Rosa. Il Progetto Ŕ sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.